È ancora un lusso l’impianto di allarme per la casa?

Certo che detta così, questa affermazione incute un certo timore rispetto ad un argomento ritenuto dai più già di per sé ostico e di difficile approccio.

Tranquilli però, mettiamoci comodi e cominciamo a riflettere attentamente sull’argomento sicurezza domestica, solo attraverso una attenta analisi delle nostre necessità, infatti, potremo pervenire a valutazioni concrete e non semplicemente allarmistiche in maniera superficiale ed aprioristica.

Cominciamo con il ribadire intanto che il concetto di sicurezza domestica si coniuga oggi sempre più prepotentemente con quello di responsabilità del capo famiglia, colui cioè che assumendo delle scelte deve anche occuparsi della sicurezza di chi gli vive accanto. In società avanzate come la nostra non è più pensabile ignorare problemi come quello della sicurezza abitativa, considerato oramai l’elevato livello di pericolosità raggiunto da quasi tutte le località in cui viviamo.

Per questa serie di argomentazioni allora dobbiamo sentirci chiamati in causa responsabilmente ed altrettanto responsabilmente affrontare l’argomento e cercare di risolverlo in maniera seria e responsabile.

Cominceremo come sempre dall’analisi delle necessità, comparandole con le caratteristiche costruttive della casa che intendiamo tutelare. Verificheremo dapprima la sussistenza o meno di una eventuale predisposizione che consenta di far passare eventuali cavi di alimentazione/dati.

Questa prima analisi orienterà la nostra scelta verso il tipo di tecnologia da utilizzare. Utilizzeremo una tecnologia filare se abbiamo già una predisposizione piuttosto che una wireless se non l’abbiamo. A questo punto un solo dubbio continua ad attanagliarci, ovvero i prezzi dell’allarme, un vero e proprio spauracchio, quello che per tanto tempo ha tenuto lontani i più dalla sicurezza domestica.

Oggi per fortuna questo aspetto non rappresenta più un problema o una scusa dietro la quale trincerarsi pur di no affrontare l’argomento. Si fa in fretta a connettersi alla rete per fare un piccolo esperimento, digitando sul nostro motore di ricerca “prezzi allarme”.

Allora? Chiudete le bocca…..non vi aspettavate certi prezzi, dite la verità! Avete visto quanta tecnologia e soprattutto quali livelli ha oggi raggiunto? Forza datevi da fare e formulate le prime simulazioni di impianto con la conseguente richiesta di preventivo on-line.

Vi prendereste a sberle per non averci pensato prima? No, non fatelo, il tempo per recuperare gli errori c’è eccome. Mettetevi comodi e formulate un impianto di allarme che tenga conto di tutte le vostre necessità, ricordandovi di formulare sempre più di un preventivo da valutare bene non solo sotto il profilo economico ma anche e soprattutto nell’ottica della qualità di prodotto e dell’affidabilità.

Un buon impianto di allarme, ricordate deve essere stabile e, dopo una accurata installazione, non deve dare fastidiosi falsi allarmi… ne va della vostra tranquillità.