Compagnie aeree low-cost: causa di grandi disagi

Scioperi senza preavviso, addetti ai lavori assenti, disservizi provocati dalla compagnia aerea per l’incuria dei propri velivoli, rappresentano solo una minima parte delle inefficienze più frequenti fonte di imbarazzanti ritardi aerei e cancellazioni di voli. In questi casi, è possibile valutare anche rimborsi per ritardo aereo e per la cancellazione di voli, dopo un’accurata verifica delle idonee condizioni, con un adeguato indennizzo pecuniario previsto dai regolamenti europei.

Disagi e ritardi sono anche causa di agitazione da parte dei passeggeri fermi nei terminal che, nei casi più gravi, dovranno essere adeguatamente assistiti dal personale della compagnia aerea.

Di norma, i vettori aerei devono informare con largo anticipo i propri clienti, regolari possessori di ticket valido, per non far scattare una pioggia di risarcimenti con i dovuti rimborsi per ritardo aereo.

Se le code ai check-in si allungano e i voli in partenza o in arrivo subiscono forti ritardi, ogni viaggiatore munito di regolare titolo valido per viaggiare, potrà far valere i suoi diritti chiedendo un rimborso per ritardo aereo o volo cancellato. Tutto ciò potrà avvenire solo se i ritardi raggiungono almeno una certa ora con un indennizzo massimo ottenibile di 600 euro a persona. L’iter per inoltrare la domanda di rimborso potrà essere fatta presso gli uffici competenti della compagnia aerea oppure affidandosi ad enti online tramite appositi siti internet, come www.flycare.eu

Servizi online sempre più convenienti

E’ risaputo che le compagnie aeree, in caso di problemi, sono sempre meno restie a pagare i regolari risarcimenti. E per questo che non conviene seguire la classica procedura interna, cioè attraverso servizi a terra presso i rispettivi organi competenti, per non essere “rimbalzati” da un ufficio all’altro.

Risulta, invece, più comodo e ragionevole “mettersi nelle mani” di associazioni competenti ed esperte in materia legale aerea come il team di avvocati di Flycare, società sempre dalla parte dei viaggiatori, che provvederà al corretto svolgimento della pratica per ottenere il giusto rimborso per ritardo aereo. Una volta accertate le condizioni per procedere con la domanda, un collaboratore Flycare valuterà i profili sanzionatori da applicare alla compagnia aerea. L’utente dovrà solo attendere un paio di mesi per ricevere la somma pecuniaria concordata mediante un accredito sul proprio conto corrente, senza pagare alcun tipo di somma a Flycare.

Di cosa ha bisogno il passeggero in caso di disagi aerei?

Tra i vari diritti riconosciuti ai passeggeri, quello più importante è sicuramente l’assistenza. Perciò, nel caso in cui il volo viaggi con un forte ritardo rispetto all’orario previsto, la compagnia aerea dovrà assistere adeguatamente i passeggeri durante la lunga attesa. Purtroppo, in molti casi, la parola “assistenza” viene travisata e lasciata alla libera interpretazione. Di regola, dovrebbero essere assicurati innanzitutto pasti caldi e bevande, ovviamente tutto a spese se della compagnia in misura della durata dell’attesa.

Se il ritardo andrà per le lunghe, allora i passeggeri avranno diritto a ricevere una confortevole sistemazione presso un hotel, incluso il trasporto da/per l’aeroporto conservando tutte le fatture e gli scontrini che saranno accollati alla compagnia aerea. In più, il viaggiatore ha diritto ad effettuare due chiamate telefoniche, chiaramente sempre a spese della compagnia, o in alternativa inviare messaggi tramite fax o posta elettronica nel caso il suo volo preveda qualche ora di ritardo.