Anelli da mignolo, lo Chevalier è di nuovo di moda

I gioielli sono un regalo intramontabile e sempre apprezzatissimo. In qualsiasi occasione. E, dunque, questo Natale 2016 i più attenti alle mode e alle ultime tendenze avranno certamente pensato di regalare un anello da mignolo, oggi ritornato in auge.

Il cosiddetto Chevalier – in Italia chiamato più comunemente sigillo – era l’anello che veniva utilizzato dall’aristocrazia e dalla nobiltà per pressare la cera e “firmare” così le missive. Lo stemma di famiglia era un simbolo di ricchezza e opulenza e questa particolare firma rappresentava, un tempo, un messaggio ben preciso.

I materiali erano i più diversi. Nel Medioevo l’anello era in agento o in oro, con una pietra dura incastonata o, per i più facoltosi, un diamante. Oggi i gioielli da mignolo sono tornati di moda, senza ovviamente lo stemma araldico ma i più svariati simboli. C’è per esempio l’elegate anello in argento di Marc Deloch, con la scritta Love, oppure l’anello in oro rosa e topazio di Queriot. O ancora il più economico e chic anello in ottone e resina di LuluFrost.

Anche Morellato, utilizzando acciao e zirconi, ha dato vita alla sua versione di anello da mignolo. E che dire dell’appariscente anello in oro e zaffiri rosa di Dina Kamali? Più che abbordabile anche l’anello di Thomas Sabo, in argento con giglio borbonico e zirconi neri. Chantecler propone, invece, due versioni di anello da mignolo, in oro giallo, madreperla bianca e brillanti.

L’anello in oro rosa e diamanti neri di Claudia Oddi è decisamente per chi osa, mentre l’anello con Madonna in argento e smalto piacerà ai più devoti. Insomma, ce n’è per tutti i gusti: chi ama il classico potrà optare per l’anello in oro con pietra Rose de France e diamanti di Aurélie Bidermann, gli amanti dell’hi-tech, invece, potranno scegliere lo scenografico anello in metallo e howlite di Givdenchy, e i più romantici l’anello di bronzo placcato oro di Nadine S, che raffigura un piccolo cuore.

Qualunque sia la vostra scelta, sappiate che il gioiello da mignolo va indossato a destra, come vuole la tradizione. Da tenere presente anche che, secondo il Galateo dei gioielli, il numero di anelli non dovrà mai essere eccessivo. Da evitare, insomma, di sovraccaricare tutte le dita di anelli, spesso di stile differente e non in armonia tra di loro.

Oggi, molto di moda, sono anche gli anelli che recano, inciso, la propria iniziale oppure i gioielli da cammeo, molto trendy e apprezzati anche in versione spilla o ciondolo per collana. Funziona molto bene anche il vintage, per cui recuperate, se potete, gli anelli da mignolo delle vostre nonne. Faranno certamente una grande figura.