L’alimentazione crudista come base per il cambiamento dell’iride

Per la maggior parte di voi, sembrerà alquanto strano che si possa cambiare il colore degli occhi modificando radicalmente le proprie abitudini alimentari, cioè passando ad una dieta crudista-vegetariana. Vediamo di saperne di più

Secondo uno studio con comprovata foto di Carly Fraser, adottando una dieta vegetariana/crudista è fattibile ottenere un cambiamento e uno schiarimento dell’iride.

Partiamo dall’iridologia

Gli occhi sono anche un indicatore del nostro equilibrio e benessere.  L’iridologia è una tecnica millenaria che ha permesso ai medici e guaritori di comprendere lo stato di salute di una persona senza dover fare analisi del sangue, osservando semplicemente l’iride del paziente.

L’iridologia è una branca della medicina che studia l’iride, la parte colorata del nostro occhio. Dall’iride si possono osservare le condizioni fisiologiche, rischi per la salute, le sfide e punti di forza dei vari organi. Secondo l’iridologia, analizzando l’iride di una persona, si potrebbe determinare l’esistenza di un problema non solo relativo a qualche apparato o funzionalità del corpo, ma anche alle funzionalità mentali e psicologiche della persona.

La figura dell’iridologo può essere altresì definita come quella di interprete del linguaggio delle iridi. Questo linguaggio è schematizzato nella cosiddetta mappa iridologica, un riferimento topografico degli organi e degli apparati del nostro corpo, quale punto riflesso dell’iride. Vengono esaminati colori, segni e macchie dell’iride. Il quadrante superiore di ogni occhio, è legata alla salute del cervello, mentre il cerchio più interno è legato alla digestione.

Studi che mostrano il cambiamento

È stata Carly fraser, una donna appassionata di naturopatia a sperimentare tale cambiamento. I suoi occhi dopo 6 anni di dieta crudista sono diventati più chiari e luminosi, passando da  un colore bruno verdastro torbido di una tonalità blu-verde. Tutto ciò è stato possibile grazie ad un cambiamento alimentare radicato.  Questo in parte conferma l’idea che il colore e brillantezza è il riflesso di quello che mangiamo.

Il dott. Morse, uno specialista nella disintossicazione, e iridologista ha realizzato una serie di studi comprovate da video che dimostrano come un regime alimentare crudista possa realmente apportare cambiamenti dell’iride.

Chi sceglie un’alimentazione crudista riferisce oltre che un miglioramento dello stato di salute generale, con un miglioramento dei valori come colesterolo, trigliceridi e zuccheri, anche una maggiore luminosità dell’occhio stesso. Inoltre, anche la porzione bianca dell’occhio è un indicatore dello stato di salute, casi evidenti di colorazione anomala della sclera possiamo notarla in chi soffre di problemi epatici o biliari.