Perché scegliere il microcemento?

Subito dopo la sua comparsa a proposito del microcemento si sono fatte numerose discussioni, molte delle quali anche abbastanza assurde. Le persone si sono sempre chiese se ne vale davvero la pena di utilizzare questo prodotto invece di molti altri e se farlo, perché. In realtà il microcemento, proprio come ogni altro materiale, ha dei propri punti forti, nonché alcuni lati deboli che bisogna prendere in considerazione per l’onore della verità.

Prima, però, occorre capire cosa sia il microcemento come quello offerto dall’azienda Tecsit System con la linea DecorStyle. Si tratta di un sistema decorativo d’avanguardia, sviluppato relativamente da poco, e perfetto per i pavimenti, le superfici di vario genere, gli arredi e così via.

Può essere utilizzato con una grande facilità sia negli spazio interni che in quelli esterni. Il suo effetto estetico è tremendamente simile a quello della resina: liscio, luminoso, privo di fughe o punti di giuntura, economico e persino personalizzabile in base ai propri desideri e volontà. Non male per iniziare, no?

Tra le sue caratteristiche principali spicca l’alta resistenza all’acqua, nonché a numerosi fattori chimici e fisici. Il microcemento è in grado di resistere alle violenti piogge e venti. Inoltre, essendo un materiale flessibile e malleabile può resistere persino alle oscillazioni del terreno ed essere un valido aiuto nel caso dei terremoti.

E’ stato testato, difatti, che durante i terremoti o le oscillazioni del terreno questo materiale è in grado di allungarsi o restringersi autonomamente, a seconda dei casi, prevenendo la possibilità di formazione delle crepe, fori o giunture. Altresì è il materiale perfetto per resistere ai danni del tempo: le crepe di vario genere vengono evitate. Ottimo per proteggere le superfici o i pavimenti dall’erosione o dai graffi, il microcemento è un materiale a base di acqua che può essere utilizzato con un’estrema facilità anche nelle situazioni più particolari. Il suo rivestimento è particolarmente liscio e continuo, come la già citata resina, per l’appunto, senza la sua tossicità derivante dai prodotti chimici ivi contenuti.

Come se tutto ciò non bastasse, nel corso del tempo la resina si è dimostrata essere anche meno versatile e in grado di rovinarsi prima. Cosa che non accade al microcemento per via dei collegamenti tra le sue molecole in grado di cambiare e adattarsi meglio alla situazione.

Per questo il microcemento è in grado di resistere nel corso degli anni in una maniera pressoché perfetta. Non vi sono dei limiti particolari riguardanti l’utilizzo del microcemento in edizizia, tutt’altro: questo materiale può essere utilizzato con un grande successo praticamente ovunque. Che siano abitazioni private, uffici particolari, ma anche negozi o sale pubbliche poco importa: in tutti i casi il microcemento si dimostra essere il materiale perfetto. Se vi sono dei lati negativi sono pochi: la difficoltà di trovare un microcemento di qualità. Niente di tremendamente difficile: con un po’ di ricerca è possibile trovarlo.