Ricostruzione capelli con Olaplex: come farla a casa

Nel mondo dei prodotti professionali per capelli si parla sempre più spesso del trattamento Olaplex, inizialmente approdato in Italia solo in alcuni saloni ma divenuto protagonista dei servizi di decolorazione e ricostruzione ormai un po’ dappertutto. La strada fatta da Hollywood al nostro paese è stato frutto dell’investimento di una start-up siciliana che ci ha creduto, OP Cosmetics, la quale oggi vanta anche altri brand di spicco. Fra questi, ritroviamo Maria Nila (di cui ha parlato anche Cliomakeup l’estate scorsa), gli accessori professionali per coloristi Framar, le spazzole scioglinodi The Knot Dr. o ancora l’esclusiva linea di colori fluo e non Mydentity creata dal celebre hairstylist Guy Tang e nominata dalle più grandi riviste come Vogue in seguito all’evento di Milano che ha visto questo straordinario professionista all’opera.

Cos’ha di speciale Olaplex e perché ne parlano tutti?

Il trattamento professionale per capelli creato da due biochimici americani sembrerebbe essere l’unico al momento ad avere un formulato esclusivo in grado di effettuare una vera e propria ricostruzione molecolare all’interno dei capelli. In che modo? Riconnettendo quei legami che generalmente si spezzano per i più svariati motivi, da acconciature troppo strette all’applicazione di prodotti sbagliato, passando per l’abuso di strumenti che possono danneggiare la chioma a causa del colore come piastra, asciugacapelli e il tanto amato ferro arricciacapelli. Si chiamano ponti di zolfo o ponti disolfuro e sono parte della struttura di ogni capello, ciò che quando si rompe crea le odiose doppie punte. Immaginate dunque di poter sistemare ciò che è rotto con un prodotto: sembra proprio un miracolo e forse in fondo lo è. Un miracolo che unisce chimica e biologia, funziona su qualsiasi chioma e apre la strada a un nuovo futuro nel settore dei cosmetici per capelli.

Grazie alla sua molecola brevettata, Olaplex permette di schiarire i capelli senza alcun danno, difatti il suo impiego iniziale era destinato alle celebrità di Hollywood, dov’è stato creato. Dopo che alcune vip hanno svelato il loro segreto relativo ai capelli perfetti nonostante le numerose decolorazioni e tinte, le riviste più rinomate hanno affrontato l’argomento e Olaplex è impazzato fra i saloni più illustri, arrivando persino in Europa.

Ma come è possibile effettuare una ricostruzione a casa se questo prodotto è riservato ai parrucchieri? La risposta è semplice: esistono ben tre prodotti destinati all’uso domestico!

Olaplex N°3 – N°4 e N°5: l’armamentario che occorre!

In molte hanno già sperimentato la ricostruzione a casa con il trattamento N°3, ma da un paio di mesi è possibile amplificare i benefici della molecola brevettata di Olaplex applicando anche il N°4 e il N°5. Stiamo parlando di shampoo e conditioner da abbinare a Olaplex N°3; molti la definiscono una maschera per capelli rovinati, in realtà è un vero e proprio trattamento professionale da tenere in posa prima di fare lo shampoo o durante la notte.

L’hair routine perfetta per effettuare una ricostruzione capelli a casa con Olaplex è la seguente:

  1. Applicare Olaplex N°3
    Il brand dichiara che è meglio tenerlo in posa almeno 10 minuti, c’è chi consiglia 30, ma la verità è che i benefici aumentano con una buona dose di pazienza per cui meglio dormirci su per avere dei risultati straordinari fin dalla prima applicazione. Non mancano le recensioni in cui si parla di uso prima e dopo l’asciugatura, ma Olaplex penetra molto più a fondo se i capelli sono sporchi dato che gli altri prodotti (shampoo e conditioner) lasciano dei residui che possono ostacolarlo. Ciononostante per molte funziona quasi come un prodotto per lo styling, applicato sulle punte dopo aver passato il phon per evitare il crespo e proteggere la chioma dal calore della piastra. Se ne dicono davvero tantissime ma le istruzioni del trattamento N°3 dicono semplicemente di utilizzarlo prima di fare la doccia: tutto qui. A voi la scelta su come utilizzarlo!
  2. Effettuare lo shampoo con Olaplex N°4
    Il secondo step non ha nulla di speciale: si tratta di fare uno shampoo come tanti altri, perché a fare la differenza è il prodotto. Olaplex N°4 è così concentrato che ne basta una quantità minima (ovviamente variabile a seconda dello spessore e della lunghezza del capello). Il profumo è delicato e gradevole. La sua azione rinforzante e idratante si estende ai ponti disolfuro che ricollega proprio come tutti gli altri prodotti del brand grazie all’esclusivo ingrediente Bis-Aminopropyl Diglycole Dimeleate. Adatto a tutti i tipi di capelli, rende la chioma lucente e maneggevole.
  3. Completare con il conditioner Olaplex N°5
    Il balsamo Olaplex è ideale per prolungare l’azione ricostruente, idratando e nutrendo senza appesantire. Può essere applicato dalle radici senza alimentare la produzione di sebo. Conferisce brillantezza e soprattutto aiuta a districare eliminando il crespo. Basta tenerlo in posa qualche minuto (tre possono andare) per effettuare il risciacquo e passare all’asciugatura.