Sentirsi al sicuro in casa

La cronaca in questi giorni ci consegna avvenimenti da brivido, furti in abitazioni in centro a Milano, anziani aggrediti in casa da ladri violenti e via via episodi sempre più cruenti che riguardano la nostra sicurezza domestica.

Spesso, infatti, ciascuno di noi è erroneamente indotto a pensare che accadimenti come questi non lo riguardino, in maniera quasi scaramantica, per allontanare per qualche ora il problema dalla nostra mente.

Niente di più sbagliato però ricordarsi della sicurezza in casa solo quando si incappa in qualche spiacevole evenienza. Ognuno di noi deve invece ricordare che il bene a noi più caro è rappresentato dal focolare domestico, rappresentato da una parte fisica costituita dalle mura, dalle porte e dalle finestre unitamente e da tutti gli affetti ivi custoditi, tanto da riconoscerlo universalmente come “il luogo” dove sentirsi al sicuro.

Sono queste le emozioni cui facciamo appello per richiamare al senso di responsabilità di ciascuno la necessità di individuare e porre in essere ogni atto concreto diretto a tutelare adeguatamente tutto questo.

Sarebbe, difatti, sufficiente soffermarsi, solo per un attimo, a riflettere sul rapporto costi/benefici di un ottimo impianto di allarme destinato a garantire a noi ed a tutta la nostra famiglia sonni sereni, anche durante quelle afose notti d’estate che costringevano a tenere chiuse le finestre per timore di intrusioni o, ancora peggio aggressioni notturne.

Proviamo, per esempio, a fare una semplice ricerca digitando le parole “antifurto casa web” in un qualsiasi motore di ricerca e saremo investiti da tantissime e validissime proposte di tecnologia tanto evoluta quanto a buon mercato per la nostra sicurezza in casa ed all’aperto.

Va da se però che i prodotti vanno valutati attentamente, partendo dalle credenziali delle aziende che li distribuiscono, il fattore prezzo è infatti importante almeno quanto l’affidabilità di una scelta oculata.