Tende, a pacchetto o scorrevoli? Guida alla scelta

Le tende rappresentano oggi un vero e proprio complemento d’arredo: oltre che per la loro funzione primaria (schermare dal sole) sono molto apprezzate per la loro capacità di arredare, in modo semplice ma accattivante. Al di là delle tende tradizionali, due sono i modelli molto gettonati: parliamoo delle tende a pacchetto (che scorrono dal basso verso l’alto) e delle tende scorrevoli (che, invece, si raccolgono lateralmente). Vediamo come scegliere in base alle vostre necessità e alle caratteristiche della vostra abitazione.

Le tende a pacchetto, innanzitutto, richiedono spazio al di sopra dell’infisso per poter essere raccolte. Si adattano a finestre di ogni tipo e permettono di creare effetti stilistici diversi a seconda del tipo di tessuto. Smontarle per il lavaggio potrebbe però risultare un po’ macchinoso.

Di contro, le tende a pannelli scorrevoli hanno un look essenziale, si possono montare a parete o a soffitto e sono l’ideale per portefinestre e finestre di grandi dimensioni.

TENDE A PACCHETTO: DECORATIVE E DI GRANDE IMPATTO

Le tende a pacchetto funzionano in modo molto semplice: il tessuto viene raccolto nella parte superiore della finestra mediante un meccanismo di cordicelle e anellini. Quando la tenda è chiusa il tessuto è completamente liscio, mentre quando viene aperta i pannelli producono un leggero arricciamento nella parte inferiore. I teli potranno poi essere impreziositi con arricciature più elaborate o, quando la tenda è chiusa, con stecche orizzontali.

Si possono scegliere tessuti chiari e leggeri per un effetto meno schermante e per lasciar passare maggior luce oppure teli pesanti e stoffe più sostenute per un effetto più decorativo e schermante della luce solare.

Le tende drappeggiate richiedono molto più tessuto rispetto ai modelli con telo liscio o steccato, occorre dunque considerare la cosa nel momento in cui si acquista il tessuto per il confezionamento della tenda.

Bisogna poi soffermarsi sul sistema di fissaggio, che può essere a corda o a catenella. Nel primo caso si tratta di un meccanismo più adatto a teli di dimensioni contenute, con funzionamento medante cordine in polietilene. Il fissaggio a catenelle, invece, è più adatto nel caso di teli di dimensioni importanti e peso maggiore, con funzionamento mediante rocchetti avvolginastro e catenelle a sfera.

TENDE A PANNELLI SCORREVOLI: ESSENZIALI E POCO INGOMBRANTI

Le tende a pannelli scorrevoli, minimal e più o meno coprenti a seconda del tessuto utilizzato, sono costituite da più teli che scorrono su una guida da montare a soffitto o a parete. I pannelli hanno dimensione tra i 50 e i 90 cm e presentano, alla fine, un profilo in metallo, utile per tenere tesa la tenda.

Possono essere utilizzati tessuti tecnici e dai colori neutri – per un effetto composto e curato – oppure tessuti colorati, per un effetto più creativo. Teli ampi tendono a dare un senso di continuità, mentre pannelli più stretti frazionano lo spazio a parete.

Quando la tenda è chiusa, anche se i pannelli vengono raccolti tutti dallo stesso lato, la finestra non è mai completamente libera, anche se per pochi cm. Quindi va tenuto conto di ciò al momento della scelta del tessuto, prediligendo eventualmente tessuti che lasciano filtrare un po’ di luce.

Per quanto riguarda il meccanismo di scorrimento, il montaggio avviene su binari a più vie parallele, con pannelli che partono dal binario stesso e si fermano a pochi cm dal pavimento. Il sistema di comando può essere manuale, a corda o tramite un bastone, oppure motorizzato.