500 mila euro di donazione, da parte di Mark Zuckerberg, a favore dei paesi terremotati, in occasione del sisma del 24 agosto scorso. Peccato però che si tratti di una donazione sotto forma di crediti pubblicitari che potranno essere utilizzati dalla Croce Rossa per promuovere le attività in cui c’è maggior bisogno, dalla raccolta fondi alla ricerca di volontari in loco. Naturalmente attraverso Facebook e la ben nota piattaforma di Ads on line.
Sono fioccate ovviamente numerose le polemiche, da parte di chi ritiene che 500 mila euro, per giunta in pubblicità, siano briciole per un colosso come Facebook che vale 364 miliardi di dollari.

Nel frattempo però tramite l’sms solidale sono stati raccolti finora ben 10 milioni di euro. In contanti naturalmente, molto più di quanto promesso da Zuckerberg.